Progetti‎ > ‎

Fondtech

introduzione




Il progetto di virtualizzazione è stato discusso a tavolino durante un colloquio in cui si sono analizzati requisiti e fattibilità dell’operazione durante il weekend successivo.
Il Cliente aveva già ricevuto tutto l’hardware necessario e si è reso disponibile ad iniziare l’installazione per accorciare i tempi di migrazione necessari nel weekend.


hardware



2 Server Dell PowerEdge R710
2 Switch HP Procurve 2510 24 porte
1 SAN EqualLogic PS4100XV

Realizzazione



L’infrastruttura è stata installata nello spazio libero di un armadio rack
Per prima cosa si sono indirizzati gli switch con un indirizzamento compatibile con l’infrastruttura esistente, ma in modo isolato.
Le ultime porte 2 porte (23-24) sono state aggregate per raddoppiare la banda disponibile (2 gbit/s)
si è poi provveduto alla configurazione degli apparati in modo da isolare il traffico di Storage su una vlan dedicata (Storage) e alla creazione di altre 2 vlan: isolated per rete di testing per le VM e DMZ da utilizzare un server FTP da virtualizzare.
Ogni porta dello Switch è stata “etichettata” nel file di configurazione (interface 1   name "esx1nic1",interface 2   name "esx2nic1", interface 3   name "esx1nic3" interface 4   name "esx2nic3", interface 5   name "eqlgc-eth2down", interface 13   name "eqlgceth1up"
, interface 14   name "eqlgceth0down", interface 15   name "esx1nic5", interface 16   name "esx2nic5", interface 23   name "tr", interface 24   name "tr" ).
Le 6 schede di rete del server sono state divisi in 3 coppie e cablate su entrambi gli switch per ottenere la ridondanza a livello di scheda e di apparato. Le 3 coppie sono poi state configurate rispettivamente per il traffico di Console, Storage, VM.
L’installazione dei server ESX 5 è stata fatta facendo il boot da CD ed abilitando da BIOS il supporto per la virtualizzazione delle CPU.
Per il vcenter si è deciso di utilizzare la virtual appliance linux fornita da vmware.
I 2 host ESX sono poi stati aggiunti alla console di vcenter e configurati in cluster, impostati DNS, NTP
La configurazione della SAN Equallogic è stata fatta isolando il traffico ISCI dello storage sull’apposita Vlan secondo le indicazione del white paper “Configuring iSCSI Connectivity with VMware vSphere 5 and Dell EqualLogic PS Series Storage”.
Testato l’accesso ISCI allo storage condiviso la nuova infrastruttura è stata connessa a quella in produzione ed abbiamo iniziato le operazioni di migrazione avvalendovi di una workstation con installato il Vmware stand alone Converter
Comments